Tavolo ELITE – Qualche dettaglio tecnico

Le parti in legno, e nello specifico il piano, del nostro nuovo tavolo di braccio di ferro sono stati i componenti che più di tutti hanno messo alla prova fornitori e Omega stessa in quanto è stato estremamente sfidante trovare una realtà strutturata e tecnologicamente attrezzata che fosse in grado di attenersi al disegno e quindi rispettare tolleranze dimensionali così ridotte.

Il legno come sappiamo, al contrario del metallo, è un materiale “vivo” e quindi potenzialmente soggetto ad un certo grado di flessibilità nel corso del tempo, motivo per cui la totalità dei costruttori ha adottato soluzioni compensatorie per poter consentire ai pads di accoppiarsi correttamente al modificarsi (in maniera spesso impercettibile) degli interassi delle boccole sul piano, agendo con i controdadi presenti nella parte sottostante.

Il nostro intento al contrario è sempre stato quello di azzerare totalmente la manutenzione necessaria e garantire all’utilizzatore accoppiamenti perfetti in qualsiasi condizione e senza doversi preoccupare di questo tipo di problematiche.

Per fare questo abbiamo selezionato un’essenza legnosa in multistrato (nello specifico l’Okumè) utilizzato nel settore nautico grazie alla sua incredibile resistenza agli agenti atmosferici e all’umidità, capace quindi di mantenersi perfettamente stabile nel tempo, da un lato grazie alle sue caratteristiche intrinseche e dall’altro grazie allo spessore di ben 40mm, il più elevato disponibile in commercio.

Il progetto prevede quindi che la lavorazione sia affidata totalmente a macchine a controllo numerico al fine di poter rispettare scrupolosamente tutte le specifiche tecniche per garantire precisione sia sul singolo pezzo che su scala.

Il 100% dei pezzi di ogni singolo lotto viene controllato e testato per garantire la qualità e la precisione richiesta a disegno, senza delegare nessun tipo di regolazione all’atleta.

Lo stesso trattamento è stato riservato ai Pads, che con il medesimo materiale (questa volta dello spessore di 30mm) sono stati anch’essi lavorati sulle stesse macchine a controllo numerico così da scongiurare ogni tipo di errore o mancato rispetto delle tolleranze dimensionali.

L’ossessione non è a caso un nome parte del nostro brand come potete vedere…

Fabio Pantaleoni
Autore

Fabio Pantaleoni

Founder of Omega Strength Obsession; Strength trainer Expert AIF; Raw Training Strength Specialist.

Lascia un commento

Elemento aggiunto al carrello.
0 items - 0,00
    Il tuo Carrello
    Il tuo carrello è vuotoTorna allo Shop